Seleziona una pagina
L’opera di progettazione del restauro del Palazzo Mera-Gorini, caratterizzato da un’originale facciata movimentata da bow-windows, balconcini e ampi terrazzi interni ha comportato l’individuazione di tipologie di varie metrature molto differenziate l’una dall’altra.

Ogni appartamento è caratterizzato da un attento studio distributivo degli ambienti e dotato di finiture di pregio personalizzabili dallo staff di architetti di Piemme Ingegneria e Costruzioni in base alle esigenze del cliente.

Costruito nel 1925-26 su progetto dell’architetto Federico Talamona, il Palazzo Mera-Gorini, situato all’angolo tra via Bernascone e via Manzoni è un sontuoso edificio in stile liberty-decò.
Sorto nel centro storico della città, alle spalle dell’area prima occupata dal frequentato mercato e a pochi passi da Piazza Monte Grappa è un edificio molto noto ai varesini di ieri e di oggi, che innumerevoli volte hanno passeggiato sotto quell’elegante alto porticato che dà su via Manzoni.

La ristrutturazione del palazzo ha seguito, fra le varie teorie del restauro moderno, il cosidetto filone del “Restauro conservativo“: dopo un’attenta analisi sulla materia storica presente nel fabbricato, ogni intervento è stato intrapreso con lo scopo di lasciare un “sapore antico” al risultato finale.
Le tecniche adottate hanno quindi cercato di preservare le numerose testimonianze storiche presenti e al tempo stesso hanno introdotto le dotazioni impiantistiche e tecnologiche indispensabili per l’uso confortevole delle abitazioni.

Maggiori informazioni al sito: http://www.appartamenti-varese.com/