Seleziona una pagina
Delega: per richiedere planimetrie catastali

Delega: per richiedere planimetrie catastali

Domanda: devo richiedere una planimetria catastale, è necessaria la delega?

Si, è necessaria la delega come tutela della privacy nei confronti dell’intestatario dell’immobile.

La planimetria catastale infatti contiene dei dati che potrebbero essere utilizzati da terzi con fini criminosi. Questo spiega come mai non è possibile richiedere le planimetrie catastali di immobili censiti nelle categorie “sensibili” quali: B/3 (prigioni, carceri e riformatori), D/5 (istituti di credito, istituti di cambio e istituti di assicurazione) ed E/5 (fabbricati che possono costituire fortificazioni o loro dipendenze).

In sintesi, la delega informa che l’intestatario dell’immobile (qualora non sia direttamente lui a farne richiesta) certifica di affidare l’incarico, come delegante, ad un soggetto terzo, il delegato, che avrà il permesso di prelevare la planimetria catastale. Ecco perché assieme alla delega firmata è necessario sempre presentare un documento di identità in corso di validità dell’intestatario. Al delegato che vuole ricevere la planimetria catastale online per conto del delegante è richiesto un documento di identità per l’identificazione e la registrazione dei dati.

L’Agenzia dell’Entrate o una società di servizi è sempre tenuta alla verifica delle informazioni fornite per non incorrere nella violazione della legge che può essere punita con multe.

Mutui: fondo di garanzia

Mutui: fondo di garanzia

Domanda: devo comprare casa e ho difficoltà con l’accesso al mutuo, c’è qualche soluzione per ottenerlo?

Si, esiste il Fondo di garanzia statale che consente di richiedere mutui ipotecari fino a 250.000 euro ma solo per l’acquisto e la ristrutturazione della prima casa.

L’immobile però deve essere localizzato in Italia, deve essere adibito ad abitazione principale e non deve avere caratteristiche di lusso.

Il Fondo offre garanzie statali pari al 50% della quota capitale del mutuo richiesto, facilitando così l’accesso al credito.  E’ aperto a tutti, indipendentemente dall’età, ma prevede un tasso applicato al mutuo non superiore al Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM) pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ai sensi della legge antiusura per le giovani coppie (dove almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni); giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico; nuclei familiari monogenitoriali con figli minori e conduttori di alloggi di proprietà degli istituti autonomi case popolari, comunque denominati.

Accedendo al Fondo, la banca, garantita dallo Stato, non può richiedere al cittadino ulteriori garanzie personali (es. garanzie di genitori o parenti) oltre all’ipoteca e all’eventuale assicurazione.

La domanda di accesso al Fondo di garanzia va presentata direttamente alla banca aderente all’iniziativa cui si richiede il mutuo, utilizzando l’apposita modulistica.

Rendita Catastale. Scopriamo di cosa si tratta.

Rendita Catastale. Scopriamo di cosa si tratta.

La Rendita Catastale è il reddito che Agenzia delle Entrate attribuisce a ogni singolo bene immobile, fabbricato e terreno, in grado di produrre o generare, appunto, un reddito.

Al Catasto Fabbricati la Rendita Catastale è collegata alla singola unità immobiliare. Fanno eccezione gli immobili a destinazione particolare (stazioni, ponti, chiese, cimiteri, etc.) e gli immobili a destinazione speciale (industriali e commerciali a cui viene attribuita una Rendita Catastale con modalità diverse).

Al Catasto Terreni la Rendita Catastale è collegata alla particella catastale ovvero il terreno, ed è distinta in: Reddito Dominicale che viene attribuito al proprietario e Reddito Agrario che viene attribuito all’attività agricola.

La Rendita Catastale rappresenta la base imponibile per il calcolo di alcune imposte sugli immobili e viene definita sulla base di due elementi, la consistenza dell’unità immobiliare e la tariffa d’estimo unitaria.

  • consistenza dell’unità immobiliare: è data dalla superficie dell’immobile, dal numero di vani e dalla sua volumetria
  • tariffa d’estimo unitaria: è un valore numerico relativo al Comune ed alla zona ove è ubicato il bene immobile. Varia sia in base alla suddivisione della zona che dalla categoria e classe catastale di appartenenza dell’unità immobiliare.

Le categorie catastali, con esclusione degli immobili a destinazione particolare e speciale, sono:

  • Categoria A (immobili a destinazione ordinaria)
  • Categoria B (immobili ad uso collettivo)
  • Categoria C (immobili commerciali e pertinenze)

 

COME SI OTTIENE LA RENDITA CATASTALE DI UN IMMOBILE?

La Rendita Catastale è sempre indicata sulla visura catastale e viene rilasciata a seguito di una ricerca all’interno dell’archivio catastale, che può essere fatta partendo da:

  • Immobile: solamente fornendo i dati identificativi che il Catasto ha in precedenza assegnato all’immobile.
  • Soggetto: se si conosce i dati della persona fisica o azienda è sufficiente fornire i dati anagrafici del proprietario dell’immobile.
  • Indirizzo: è possibile effettuare la ricerca anche solo se si conosce l’indirizzo o è possibile identificarlo sulla mappa

A COSA SERVE LA RENDITA CATASTALE?

Conoscere la Rendita Catastale è utile per:

  • calcolare il valore catastale;
  • calcolare varie tipologie di imposte;
  • stimare le spese a cui un immobile è soggetto;

La Rendita Catastale è indispensabile per il calcolo del Valore Catastale di un immobile, ovvero La base imponibile su cui applicare le aliquote d’imposta. Il valore dei beni immobili è determinato per via tabellare partendo dalla Rendita Catastale dell’anno in corso.

Principalmente, però, serve per calcolare le imposte relative alle tasse sulla casa ed è proprio per questo motivo che è necessario tenere aggiornati i valori, così da avere una rendita sempre corrispondente alla realtà. Le principali imposte collegate alla Rendita Catastale sono: imposte sulla casa (Imu e Tasi),  imposte sul reddito delle persone fisiche, imposte ipotecarie, imposte sulle successioni, imposte sulle donazioni e imposte utili alla compilazione del Modello ISEE.

Conoscere la Rendita Catastale di un immobile è utile sia al proprietario dell’abitazione sia ad un ipotetico acquirente che è interessato all’acquisto di un immobile e vuole sapere in anticipo le spese che dovrà sostenere.

 

I single trainano il mercato immobiliare di Milano (Bovisa)

I single trainano il mercato immobiliare di Milano (Bovisa)

I single trainano il mercato immobiliare di Milano. Bovisa zona preferita.

Giovani adulti a Milano: quali sono le loro case preferite? Secondo Idealista.it, tra gli “under 44” che cercano casa a Milano, nel primo semestre 2018 una percentuale del 73,3% sceglie di acquistare e il 26,7% sceglie di andare in affitto. In particolare, le soluzioni di affitto sono proprie di chi si trasferisce a Milano per ragioni lavorative. Del campione, infatti, il 66,2% sceglie l’affitto proprio per questo motivo.

Tra le tipologie di abitazione preferite, c’è il bilocale, in testa alle soluzioni abitative sia di chi acquista che di chi prende casa in affitto. SI tratta di abitazioni abbordabili in quanto a prezzo o canone di locazione, che ben si accordano con le esigenze della fascia di età sotto i 44 anni. La seconda scelta cade sul trilocale per coloro che intendono acquistare, mentre medaglia d’argento tra le soluzioni di coloro che prendono casa in locazione sono i monolocali.

In quale situazione si trovano gli under 44 che acquistano casa? Sono solitamente coppie e famiglie (il 61,3% delle richieste), mentre il 38,7%, una larga fetta, è rappresentata da single. Che diventano ben il 64,2% in caso di aspiranti inquilini.

In quali aree sono maggiormente concentrate compravendite e locazioni? In entrambi i casi prevale la macroarea Bovisa-Sempione. Al secondo posto tra gli acquirenti c’è la macroarea Vercelli-Lorenteggio (soprattutto nei quartieri più periferici), tra gli inquilini prevale la zona Navigli-Famagosta. Si tratta di aree che inglobano quartieri universitari o quelli di più recente riqualificazione (Porta Nuova e City Life), ma con prezzi più accessibili, che si prestano particolarmente al rientro in città di quelle persone che erano “emigrate” nelle periferie in cerca di prezzi più accessibili.

Cerchi casa in Bovisa? Visita il sito per gli appartamenti in vendita: https://www.broglio21.it/