Seleziona una pagina

Il modo di viaggiare è cambiato. I millenials, ovvero i nati tra i primi anni ’80 e i primi anni 2000, al contrario dei loro genitori, preferiscono soggiornare in appartamenti in affitto piuttosto che in alberghi e hotel.

Come mai tanto successo? Semplice, perché oggi le persone quando viaggiano prestano molta attenzione al portafogli (normalmente alloggiare in un appartamento è più economico di un albergo).

Soggiornare in appartamento offre innumerevoli vantaggi rispetto all’hotel, soprattutto a chi viaggia in famiglia: più spazio per tutti, maggiore privacy per i genitori, cucina a disposizione in ogni momento, maggiore flessibilità e accesso a servizi che non si trovano in un albergo (ad esempio la lavatrice o il ferro da stiro). Inoltre,  piattaforme come Air Bnb propongono tantissime case che riescono ad ospitare agevolmente anche gruppi molto grandi.

Ma non solo, è anche il modo più diretto e senza intermediari per collegare tra loro produttori e consumatori e in ultimo, ti permette di vivere come se fossi un vero e proprio local.

Infatti, alloggiare per qualche giorno in un appartamento nella elegantissima Saint Germain des Pres a Parigi ti farà sentire come se fossi un vero parigino. Sensazione che nessun albergo a 5 stelle con vista sulla Tour Eiffel potrà darti.

Consigli per chi cerca 

Sui siti tutto è presentato bene, ma ci possiamo fidare? Ovviamente si, ma è bene prestare molta attenzione alle truffe.

Ecco qualche consiglio utile per evitare spiacevoli inconvenienti:

  • chiedi al locatore informazioni dettagliate sulla casa e verifica che i servizi elencati siano fruibili;
  • richiedi sempre un contratto per tutelarti al meglio.
  • [Se cerchi su un portale] leggi bene l’annuncio e non sottovalutare nessun aspetto al momento della prenotazione;
  • effettua i pagamenti attraverso bonifico bancario per maggiore sicurezza;
  • valuta se sottoscrivere un’assicurazione di viaggio.

E tu hai mai alloggiato in un appartamento per pochi giorni? Raccontaci la tua esperienza.