Seleziona una pagina

Nuovo sistema di regolazione temperatura edifici


ll sistema messo a punto dalla Nottingham Trent University utilizza un trasferitore di calore conduttivo tra il suolo e l’involucro dell’abitazione.
Un sistema efficiente in grado di regolare la temperatura all’interno degli edifici anche in condizioni climatiche estreme, senza grossi dispendi energetici.
E’ quanto promette il nuovo impianto elaborato dai ricercatori della Nottingham Trent University, nel Regno Unito.
Efficiente e a basso consumo energetico.
“Rispetto agli apparecchi di condizionamento e riscaldamento tradizionali, il nuovo impianto comporterà una drastica riduzione dei consumi, lavorando anche in caso di temperature molto calde o al contrario sotto lo zero”, assicurano gli scienziati che hanno lavorato al progetto, i quali aggiungono: “l’impianto potrà essere installato sia in edifici nuovi che in strutture già esistenti”.
Inventore del sistema, lo studioso di nuove tecnologie Amin Al-Habaibeh rende noti i ragionamenti a monte del progetto: “le soluzioni attuali di riscaldamento/ raffreddamento degli edifici risultano spesso complesse, fortemente energivore e bisognose di manutenzione significativa”. Da cui l’idea di un sistema che potesse ovviare a queste problematiche.
Il calore del suolo.
Il nuovo metodo sfrutta la consistenza della temperatura del suolo. L’idea alla base del sistema è quella di utilizzare uno speciale trasferitore di calore conduttivo tra il suolo e l’involucro dell’edificio: il calore verrà spostato dall’edificio al terreno durante l’estate, mentre in inverno seguirà il processo inverso, risalendo dalla terra all’interno dell’edificio. A detta di Amin Al-Habaibeh, si tratta di “una modalità decisamente più sostenibile per regolare la temperatura delle costruzioni”.
Presto sul mercato.
Attualmente in fase di perfezionamento, il sistema ha già attirato le attenzioni di molte imprese del settore condizionamento; al momento, l’équipe di ricercatori è infatti in trattativa con una serie di aziende inglesi interessate a sviluppare la tecnologia e commercializzarla, esportandola presto Oltremanica.