Seleziona una pagina
Un progetto ambizioso e concreto in Lombardia: Cantiere Venduto

Un progetto ambizioso e concreto in Lombardia: Cantiere Venduto

Nel nord Italia, più precisamente in Lombardia nella città di San Vittore Olona (MI), nasce un progetto ambizioso e degno di essere citato nel settore immobiliare.

Probabilmente una delle poche realtà real estate che è stata in grado e che ancora oggi è in grado di creare una sorta di “accelleratore di vendite per cantiere residenziali”.

Ma entriamo nel dettaglio facendo qualche domanda ai responsabili del progetto.

In cosa consiste esattamente “Cantiere Venduto”?

Cantiere venduto nasce dall’incontro tra esperti di marketing, analisti web, comunicatori, designer e professionisti nella vendita di immobili, nasce Progetto Cantiere Venduto.Una gestione a tutto tondo per un solo obiettivo: garanzia di vendita.”

Come fate nel concreto a vendere gli immobili per i vostri clienti?

“Per ogni cantiere sarà attivato il seguente processo di commercializzazione:

-Analisi del progetto e del contesto socio-territoriale
di riferimento e condivisione dei risultati con la proprietà
-Selezione di un team
e del relativo responsabile commerciale dedicato al cantiere
-Sviluppo e condivisione del progetto
con il responsabile commerciale dedicato.”

Se volessimo parlare di risultati, avete qualche numero nel concreto?

Provenienza dei contatti: 68% dal Web; 16% Cantiere; 10% Tradizionale; 6% Eventi e Altro.
Risultati ottenuti: 36,5% Appuntamenti su contatti. 15,8% Vendite su appuntamenti. +146%
AUMENTO DEI CONTATTI dopo l’attivazione del progetto!”

Avete ottenuto qualche riconoscimento in merito ad un progetto così ambizioso?

Cantiere Venduto è stato premiato da casa.it per la miglior gestione del Web in ambito immobiliare.

Nel corso del 2010 l’osservatorio Obi Bocconi ha pubblicato un Case History sull’esperienza di successo!
Potete scoprire di più direttamente sul sito ufficiale dell’iniziativa:
http://www.cantierevenduto.com/

Vendere case oggi, un’impresa sempre più difficile ? Forse no …

È chiaro che viviamo un periodo storico ed economico molto particolare, in cui le metodologie utilizzate per svolgere le attività svolte fino a questo momento non sono più sufficienti, questo non sempre per inadeguatezza, ma perché il cambiamento che sta travolgendo tutti sta rendendo sempre più complesso e competitivo il lavoro in tutti i settori.
Questo si sta verificando anche nel settore immobiliare, in particole la fase della vendita è quella che più rischia di venire penalizzata, non solo per la crisi sempre più pressate ma anche perché uno degli attori principali del sistema è cambiato, l’acquirente, sempre più informato ed esigente, è diventato più difficile da intercettare.
Il problema rischia di farsi sentire sempre di più a causa di una passata, e in molti casi ancora esistente, sottovalutazione delle giuste attività da affiancare alla divisione vendite, considerate inutili e superflue.
Questo perché vendere è sempre stato facile, era sufficiente avere un discreto prodotto e buon venditore e il gioco era fatto, ma oggi ?
Oggi in molti rischiano di pagare ad altro prezzo i retaggi di un mercato florido, forse anche troppo, che ha fatto si che questo settore rimanesse ancorato a certezze che non esistono più.
Quindi sorge spontaneo chiedersi, quale può essere la soluzione ?
Ovviamente è difficile poter dare una risposata a questa domanda, ma in molti cominciano a muoversi, rivedendo e considerando nuove strategie che comprendo nuove attività di marketing con una comunicazione più mirata e pensata.
Ma logicamente può essere difficile per un mondo che non ha un’eredità in questo campo, dove il massimo poteva essere qualche annuncio e un cartello in cantiere, adeguarsi a nuove logiche comunicative.

È infatti per questo motivo che riteniamo interessante analizzare un particolare esempio, che dimostra come una condizione di necessità possa tirar fuori progetti nuovi. Da qualche hanno è nato il progetto Cantiere Venduto, idea di una società di costruzioni, che trovatasi ad un punto cruciale ha dovuto mettere in discussione il lavoro di anni per trovare qualcosa di nuovo che permettesse di affrontare un mercato in mutamento.

Quindi chi meglio di un costruttore può capire i problemi che deve affrontare un altro costruttore?
Così dopo qualche anno di sperimentazioni, soprattutto nel mondo del web, che hanno portato a risultati inaspettati, si è deciso di dare vita ad un progetto che potesse diventare un’alternativa per altri costruttori, quindi dall’incontro di esperti marketing, analisti web, comunicatori, designer e professionisti nella vendita, si è creata una gestione a tutto tondo per un solo obiettivo; garanzia di vendita.
Diventa fondamentale la personalizzazione, dato che applicato in maniera standard perderebbe di efficacia, viene costruito intorno al cantiere in base ad un’attenta anali del contesto socio culturale di riferimento e dei punti di forza e delle criticità che lo caratterizzano.
Per meglio capire in cosa consiste, i punti cardine del progetto sono:
· Rinnovo immagine del cantiere e costruzione strumenti di lavoro
· Attività nel cantiere
· Promozione, alleanze e sinergie
· Progetto web dedicato

Concretamente la combinazione di queste attività consente di avere un maggiore numero di contatti interessati al cantiere che in percentuale si trasforma nel 36% di appuntamenti.

La validità del progetto Cantiere Venduto è stata riconosciuta e premiata da Casa.it per la miglior gestione del Web in ambito immobiliare e nel corso del 2010 l’osservatorio Obi Bocconi ha pub­blicato un Case History sull’esperienza di successo.

È incoraggiante vedere come una situazione di “crisi” si posso trasformare in una nuova opportunità di business , non fine a se stessa ma con l’obiettivo di trovare una soluzione ad un problema comune.

Per maggiori informazioni sul progetto contattare: 

Max Gentile
Cell. 348 8206290