Seleziona una pagina

La Lombardia ti aiuta a comprare casa

La regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per aiutare le fasce più deboli della popolazione mettendo a disposizione dei nuovi contributi per l’acquisto o la restrutturazione della prima casa.

L’importo arriva fino a 8.000 euro a fondo perduto una tantum più 1.000 o 2.000 euro se l’edificio appartiene alla classe energetica A o B.

Chi può richiedere il contributo e come funziona?

– Il contributo può essere richiesto dalle giovani coppie, cioè coloro che si sono sposati o si sposeranno tra il 1 luglio 2009 e il 30 giugno 2011 che non abbiano compiuto 40 anni).

Madri single: ossia le donne in attesa del primo figlio, nubili o prive del coniuge per separazione legale.

Genitori con uno o più figli minori a carico: padre o madre nubile o celibe o privo del coniuge per separazione legale, escluse evidentemente le coppie di fatto.

Nuclei familiari con almeno tre figli a carico.

Il nuovo bando introduce una novità: un contributo aggiuntivo per chi decide di comprare una casa in classe energetica b (1.000 euro) o classe a (2.000 euro).

Il reddito ISE di chi fa domanda per il contributo non deve superare i 35mila euro l’anno e in questo caso dovranno acquistare un immobile non inferiore a 25mila euro e non superiore a 280.000 euro, e il mutuo deve essere stipulato per una durata non inferiore ai 5 anni.

Le domande dovranno essere presentate ai CAAF dal 1 dicembre 2010 al 31 gennaio 2011 e completato sempre presso il caaf entro il 10 luglio 2011.

[ Tratto dal bollettino di Idealista.it – Per info consultare Regione Lombardia ]

Contributo acquisto immobili alta efficienza energetica

È necessario che il preliminare di compravendita dell’ immobile sia stato stipulato con atto di data certa successivo alla data di entrata in vigore del decreto, ovvero dopo il 6 aprile 2010, ed il contratto definitivo di compravendita sia stipulato entro il 31 dicembre 2010. Non viene praticata la riduzione di prezzo, ma il contributo sarà riconosciuto direttamente all’ acquirente.

Il venditore deve farsi assegnare un ”Codice identificativo’‘ da usare per le prenotazioni dei contributi. Tale codice identificativo verrà fornito a seguito della registrazione, da effettuarsi chiamando il numero verde 800 556670 fino al 16 maggio e tramite il sito internet del Ministero dello Sviluppo economico dal 17 maggio in poi. A tal fine il venditore fornirà il proprio codice fiscale, il codice REA e la provincia, il CAP e la località della sede dell’ esercizio.

Nei 20 giorni precedenti la stipula del contratto definitivo di compravendita, il venditore dovrà procedere alla prenotazione del contributo presso Poste Italiane (soggetto di cui si avvale il Ministero dello Sviluppo Economico), previa verifica della disponibilità delle risorse finanziarie, tramite il numero verde 800556670 fino al 16 maggio o il sito internet del Ministero http://www.sviluppoeconomico.gov.it/ in ‘’speciale incentivi 2010” dal 17 maggio in poi.

Per la prenotazione del contributo dovrà fornire i seguenti dati:
– Settore di appartenenza del prodotto (cioè immobili ad alta efficienza energetica)
– Tipologia del prodotto (prestazione energetica migliore del 30% o 50% rispetto ai limiti fissati dal decreto)
– Superficie utile sulla quale viene calcolato il contributo (indicata nell’ attestato di certificazione energetica)
– Estremi dell’ acquirente (codice fiscale e dati bancari per il successivo accredito del contributo)
– Prezzo base (al lordo di IVA)

Verrà quindi assegnato un codice di prenotazione.

Al momento della stipula del contratto definitivo di compravendita, ai fini dell’ ottenimento dei contributi, deve essere confermata la prenotazione del contributo. Nel contratto deve essere riportata l’ indicazione dell’ incentivo ed allegato l’ attestato di certificazione energetica.

Erogazione del contributo
Per l’ erogazione del contributo, entro 45 giorni dalla stipula, l’ acquirente deve trasmettere a Poste Italiane, con le modalità che verranno indicate sul sito internet del Ministero, la seguente documentazione:
– richiesta di rimborso contenente la ricevuta di registrazione della prenotazione e l’ autodichiarazione firmata in formato Check list dei documenti allegati (compilabile e scaricabile dal sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico);
– copia documento di identità dell’ acquirente;
– codice fiscale dell’ acquirente;
– dati bancari dell’ acquirente;
– copia autentica del contratto definitivo di compravendita, riportante l’ indicazione dell’ incentivo, munita degli estremi della registrazione.

[ Fonte: Ance – Articolo ripreso da Mondocasablog.com ]