Seleziona una pagina

L’edilizia è in continua evoluzione


L’edilizia è in continua evoluzione, tecnologie e sistemi innovativi migliorano la qualità della vita all’interno delle nostre case.

Edilizia sostenibile significa realizzare edifici che massimizzano il livello di efficienza energetica, che garantiscono un elevato comfort abitativo e che contribuiscono alla tutela del pianeta.

Questi gli obiettivi, ma è necessario cambiare l’approccio costruttivo e soprattutto il rispetto di direttive durante tutto il processo di realizzazione dalla progettazione alla costruzione.

Un esempio di edilizia sostenibile ai massimi livelli è Habitaria, un intervento immobiliare innovativo e di valore realizzato da La Ducale Spa nella città di Paullo, un connubio di architettura moderna e tecnologia innovativa mirato al risparmio energetico e al rispetto dell’ambiente. Si è dato risalto alle funzionalità degli spazi interni ed esterni con la realizzazione di ampi terrazzi ed un uso calibrato del vetro, con il quale sono realizzati i parapetti.
Sono stati impiegati i migliori sistemi di recupero energetico alternativo, con l’utilizzo della geotermia e dei pannelli fotovoltaici, conseguendo due obiettivi: un notevole risparmio energetico e la salvaguardia dell’ambiente. Materiali e finiture di alta qualità completano l’allestimento tecnologico.Il primo obiettivo che è posto La Ducale Spa per questo intervento è il raggiungimento della classe energetica A e di conseguenza la realizzazione di ambienti ad elevato comfort abitativo.
Sono state progettate unità in grado di poter soddisfare le varie esigenze abitative dal monolocale al trilocale con doppi servizi al superattico; tutte le abitazioni hanno grandi terrazze che permettono di vivere agevolmente lo spazio esterno.
Per quanto attiene le finiture, sono state scelte, fra tutte le proposte del mercato, i migliori brand per garantire qualità, affidabilità, estetica e garanzia nel tempo, ad esempio ABB per gli impianti elettrici e domotici.
Al massimo l’attenzione alla finiture: serramenti altamente performanti sul piano termico e acustico, porte interne di elevata qualità, pavimentazioni in legno, sanitari e rubinetterie.Habitaria è la prima esperienza in Italia ed è unica nel panorama immobiliare provinciale.

[ Fonte: Mondocasablog.com ]

Investire nel risparmio energetico

La casa ecosostenibile non è solo ricerca, innovazione, investimento, ma è anche e soprattutto l’ interpretazione di un nuovo concetto del risparmio: il risparmio energetico.
Ecco perché gli imprenditori del mattone devono necessariamente essere competitivi in questo settore e investire in ricerca ed innovazione per proporre all’ utente finale il nuovo concetto di
risparmio.
Infatti, da oggi in casa si può ottenere il massimo dell’ efficienza con il minimo impatto ambientale. Ad esempio, è vero che un edificio a basso consumo
energetico costa circa il 15% in più rispetto ad un immobile tradizionale, ma da subito il risparmio è evidente: con un impianto di riscaldamento classico un alloggio ha un costo annuo di circa 2.000,00 euro, mentre una casa con elevati standard energetici qualitativi ha una spesa intorno ai 150,00 / 200,00 euro l’ anno.
Pertanto è necessario promuovere politiche per l’ edilizia sostenibile a livello nazionale e locale, premiando le pratiche migliori attraverso nuovi incentivi. Il processo di sensibilizzazione però non è semplice, anche se basterebbero piccoli gesti quotidiani per contribuire all’ abbattimento dell’ impatto ambientale, in termini di emissioni di anidride carbonica.Dal connubio fra tradizione e tecnologia dipende il minor consumo e quindi il minore spreco oltre che l’ utilizzo migliore delle risorse a nostra disposizione. E dunque, anche possibilità di usufruire delle migliori tecnologie applicate ai materiali per la coibentazione degli edifici. Ad esempio, pannelli solari, pavimenti di legno, rispetto dei criteri di bioedilizia e di bioarchitettura consentono un risparmio dell’ energia che può arrivare al 30%. L’ uso razionale delle risorse è quindi il primo elemento di riferimento per salvaguardare l’ ambiente. Ma solo un comune impegno mirato a realizzare iniziative rispettose del territorio e delle sue risorse potrà migliorare la qualità della nostra vita.
Per quanto riguarda il Settore dei Servizi, quest’ anno in Europa 160 milioni di immobili del terziario avranno un certificato di sostenibilità ambientale. Inoltre, secondo un recente studio, per un green building, gli imprenditori sono disposti ad investire il 10% in più dell’ affitto, rispetto ai valori medi di mercato. Questi numeri sottolineano che è il momento giusto per investire in questa direzione, riqualificando così l’ offerta.
Peraltro, anche la domanda di edifici ecocompatibili è in aumento. È pertanto necessario che gli investitori colgano le potenzialità del mercato, coinvolgendo tutti gli attori interessati a costruire e ad usufruire di una migliore qualità della vita e dell’ ambiente, oltre che amministrazioni pubbliche, ricercatori, progettisti, investitori, costruttori, imprenditori e cittadini.
L’ ultima Finanziaria ha confermato fino al 2010 gli incentivi fiscali, è auspicabile dunque che sempre più italiani accedano alle agevolazioni con una maggior consapevolezza, per un ambiente a misura d’ uomo.

[ Fonte: Fimaa ]

Approvata dalla Camera una mozione per la sostenibilità ambientale

La tutela dell’ ambiente è l’ obiettivo comune della politica italiana. Iniziative per favorire lo sviluppo ambientale sostenibile e un concreto governo dell’ ambiente, oltre che la lotta alla crisi economica diventano la base per la costituzione di modelli di riferimento tenuti in considerazione per l’ edizione italiana del G8, un momento in cui saranno proposti non solo sistemi produttivi e di mobilità compatibili con la tutela ambientale, ma anche una gestione intelligente dei rifiuti e l’ armonizzazione con il protocollo di Kyoto. Obiettivi promossi dall’ Unione Europea, che mette a disposizione fondi per gli investimenti necessari.
Queste esigenze impegnano il Governo su diversi fronti. Innanzitutto nell’ adozione di misure per il sostegno degli investimenti diretti al risparmio energetico, nella ricerca e nello sviluppo delle tecnologie pulite nel settore delle costruzioni, con l’ adozione di misure mirate a ridurre i consumi energetici degli edifici privati, degli edifici pubblici e della pubblica illuminazione mediante una più diffusa messa in opera di un concreto efficientamento degli impianti.
Non meno importante è incoraggiare la certificazione energetica degli edifici, aumentare l’ efficienza energetica degli edifici pubblici attraverso interventi di carattere strutturale e promuovere l’ ammodernamento del parco immobiliare residenziale pubblico e privato, secondo criteri di sostenibilità ambientale e di efficienza energetica, oltre che di qualità della costruzione, attraverso l’ applicazione delle migliori tecnologie disponibili nell’ impiantistica, la domotica e l’ interattività domestica.
La mozione punta anche sulla sicurezza e sul risparmio nelle fonti energetiche e nei costi di gestione, invitando il Governo a proporre strumenti normativi per rendere obbligatorie le tecniche dell’ efficienza energetica, ai fini dell’ attribuzione di aiuti o agevolazioni statali o regionali e per agevolare, attraverso misure fiscali, interventi di manutenzione straordinaria degli immobili esistenti finalizzati ad aumentare il rendimento energetico degli edifici e l’ utilizzo di fonti rinnovabili.
La mozione approvata incoraggia anche politiche innovative a sostegno della mobilità sostenibile a basse emissioni, così come la tutela del territorio e la prevenzione del rischio idrogeologico. Necessari quindi investimenti per l’ erogazione di incentivi alla rottamazione e all’ acquisto di auto meno inquinanti, la realizzazione di piste ciclabili e il potenziamento delle strutture di controllo ambientale, da attuare grazie ai fondi a disposizione del Ministero.
Un ruolo fondamentale nell’ impegno verso la sostenibilità è ricoperto dai rifiuti e dall’ industria ad essi collegata. Incrementare la raccolta differenziata superando le disomogeneità territoriali nella gestione rappresenta il primo step per giungere ad incentivi in grado di agevolare lo smaltimento dei residui pericolosi o tossici.
L’ Italia deve adeguarsi alle indicazioni dell’ Unione Europea in materia ambientale. Possibile con il Green public procurement, un piano di acquisti verdi da parte della pubblica amministrazione.

[ fonte: www.mondocasablog.com ]

Salone Immobiliare 2009

Al via l’evento di riferimento del Real Estate di Firenze: la 4a edizione del Salone Immobiliare aprirà le porte al pubblico alla Stazione Leopolda da Giovedì 26 a domenica 29 marzo, tutti i giorni dalle 10.00 alle 21.00.

Molte le attese di questa edizione, pensata per fare il punto della situazione sul mercato immobiliare della Toscana, valutare le dinamiche dei prezzi e ottenere indicazioni preziose per superare questo momento di congiuntura.
Molte le novità di quest’anno:
Ciclo di incontri con operatori esteri organizzati da Real Forum, con opportunità di business per i CostruttoriWorkshop di architettura a livello nazionale tenuto dell’Arch. Mario Cucinella sull’edilizia sostenibile Focus sulla Congiuntura del mercato: all’interno del palinsesto di convegni e seminari particolare attenzione all’analisi della situazione attuale da parte delle Associazioni degli Agenti Immobiliari.
Per vedere il palinsesto dettagliato della manifestazione clicca qui.

[ fonte: www.immobiliareblog.it ]