Seleziona una pagina

M’illumino di meno

Anche quest’ anno Regione Lombardia aderisce a “M’illumino di meno“, la campagna, giunta alla sesta edizione, promossa dalla trasmissione di Rai Radio 2 Caterpillar per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del risparmio energetico.
A differenza dagli anni scorsi, il tema di “M’illumino di meno” nel 2010 non è lo spegnimento simbolico delle luci per il risparmio ma l’ accensione virtuosa per lo sviluppo delle energie rinnovabili.
Per questo, Regione Lombardia ha scelto come testimonial Palazzo Lombardia, le cui luci saranno – a partire dai prossimi mesi – alimentate con l’ energia prodotta dai pannelli solari collocati sulla torre. “Regione Lombardia – spiega il presidente Roberto Formigoni – conferma il suo impegno per tutelare l’ ambiente e la salute dei cittadini. Abbiamo avviato da tempo interventi strutturali per combattere l’ inquinamento e favorire una mobilità sostenibile: in Lombardia i dati confermano un progressivo e costante miglioramento nella qualità dell’ aria”.
E dunque luci ecologiche per il risparmio energetico.

L’ iniziativa M’illumino di meno – prosegue Formigoni – ha il pregio di richiamare la responsabilità di ciascun cittadino: da parte sua Regione Lombardia vuole dare il buon esempio nella riduzione degli sprechi e nella promozione di energie rinnovabili: luci ecologiche per il risparmio energetico. Abbiamo scelto criteri ecocompatibili per la nostra nuova sede, che proprio nei giorni scorsi è stata aperta per la prima volta ai cittadini con oltre 50.000 visitatori, e ci uniamo a questa festa dell’ energia pulita grazie alle luci di Palazzo Lombardia, che saranno alimentate dai pannelli fotovoltaici inseriti nella facciata sud.
Un gesto simbolico con cui inviamo a tutti i dipendenti di Regione Lombardia e a tutti i cittadini lombardi un messaggio molto semplice: si può inquinare meno, ciascuno deve fare la sua parte”.

[ Fonte: Mondocasablog.com ]

E’ nuova ed ecologica la casa ideale dei milanesi

L’osservatorio housing evolution 2008 ha rilevato per assimpredil il livello di soddisfazione e le intenzioni d’acquisto dei cittadini milanesi.
Lo studio rileva un alto livello di soddisfazione degli utenti per la casa in cui vivono (8,2 punti in un indice da 0 a 10), ma è crollata l’intenzione di acquistare una nuova abitazione (-7% rispetto al 2007).
La maggioranza delle persone ora si accontenta soltanto di ristrutturare quella vecchia (+1,1% rispetto al 2007), anche se in provincia si scende dall’8,8 al 6,4 per cento.

Infine, che tipo di immobile sogna chi ha deciso di comprare? In provincia la maggioranza degli utenti opterebbe per un appartamento in un condominio di nuova costruzione, mentre il 21,2% degli intervistati ha espresso interesse al miglioramento del rendimento energetico, dunque opterebbe volentieri per soluzioni di edilizia ecocompatibile.

[ fonte: il giornale, mercoledì 25 feb 09 ]